IN PRIMO PIANO

Quando il giornalismo si fonda su una balla

Maria Elena Boschi è accusata di aver fatto pressioni per salvare la banca di cui il padre era vicepresidente, senza che nessuno dei protagonisti della storia abbia mai affermato di aver ricevuto pressioni da Boschi e senza che quasi nessuno ricordi che è stato lo stesso governo di cui Boschi faceva parte a disporre il commissariamento della banca di cui il padre di Boschi era vicepresidente. Non per caso, sul Dubbio, Piero Sansonetti ha parlato addirittura di un “giornalismo fondato sulla balla” in un articolo in cui denuncia le affermazioni false (completamente false) riportate da vari giornali ricordando che Boschi non ha mai mentito al Parlamento (Vegas lo ha confermato), non ha mai preso tangenti, non ha aperto nessuna corsia preferenziale per suo padre, ecc. (Caso Boschi e il giornalismo fondato sulla balla – Il Dubbio ).

Sul linciaggio di Maria Elena Boschi, segnalo l’articolo di oggi di Claudio Cerasa (La politica ha il diritto e il dovere assoluto di occuparsi di banche – Il Foglio ) e rinvio all’intervista di domenica scorsa, sul Mattino, di Luciano Violante (che è tornato sulla questione in un’intervista pubblicata ieri sulla Stampa) che riassume in modo impeccabile la questione. 

Sostiene Violante: “… Si contesta alla Boschi di aver parlato con il presidente della Consob e con altri della situazione difficile di una banca del suo collegio elettorale. Io penso che sia dovere di ogni parlamentare interessarsi di aziende in crisi dei propri territori e provare a trovare una soluzione (…) Boschi era il ministro più forte del governo Renzi, se ci fossero state pressioni qualche risultato sarebbe stato ottenuto (…) la vera inopportunità è stata quella di aver costituito una commissione d’inchiesta sulle banche nelle ultime settimane di legislatura. Era prevedibile che la commissione alimentasse più propagande che riflessioni” (Caso Etruria, Violante accusa: «Sulla Boschi clima di veleni» | Il Mattino ).

You may also like
E se vaccinassimo anche nei supermercati? – Il Foglio, 22 marzo 2021
Una «guida» alla legge elettorale
Gorizia: da dove far ripartire la città?